mercoledì 27 marzo 2013

Notizie dal fronte - 27 marzo 1943

Tunisia - Nonostante la tenace resistenza, la 1a Armata italiana ha ricevuto l'ordine dal gen. Von Arnim, capo delle forze armate dell'Asse in Africa, di abbandonare la Linea del Mareth. La ritirata è dovuta al timore che un attacco alleato su Sfax possa dividere il fronte italo-germanico.

venerdì 22 marzo 2013

Notizie dal fronte - 22 marzo 1943

Tunisia - Le truppe britanniche, che avevano occupato alcune posizioni sulla Linea del Mareth, sono state ricacciate dalla 1a Armata italiana. Continua la resistenza delle forze dell'Asse all'offensiva degli Alleati in Tunisia.

giovedì 21 marzo 2013

Notizie dal fronte - 21 marzo 1943

Iniziano da oggi le "Notizie dal fronte", brevi dispacci per aggiornarvi sui fatti avvenuti durante i mesi (marzo-settembre) in cui il diario di guerra di Martino Occhi tace (vedi la pagina di Presentazione).
Non c'è alcuna pretesa di esaustività in queste note, che hanno l'unico obiettivo di continuare a seguire gli eventi bellici, anche per permetterci di comprendere meglio le parole del tenente Occhi quando, in settembre, ricomincerà a scrivere.


Tunisia - E' iniziata oggi l'offensiva degli Alleati sulla "Linea del Mareth", in Tunisia. La 1a armata italiana (gen. Giovanni Messe) deve affrontare l'offensiva delle forze inglesi dell'8a armata comandate dal vincitore di El-Alamein, il generale Bernard Montgomery.

domenica 17 marzo 2013

17 marzo 1943

ore 16, ¼ arrivo a Villach – ore 19 Arnolftein – ore 19, ¾ si passa il sospiratissimo confine, sembra una cosa irreale, si respira un’aria fortemente calma e profumata, si nota il clima mite della bella Italia nostra.

sabato 16 marzo 2013

16 marzo 1943

ore 9 arrivo a Lundenburg – ore 13, ¾ arrivo a Vienna – ore 18 partenza – Grandi ricevimenti del P.N.F. cominciano a gonfire. Però si beve del buon vino e dell’ottima grappa. Giornalista!!!

giovedì 14 marzo 2013

14 marzo 1943

Partenza questo ci porterà in suolo Italiano. Procede troppo lentamente, cambiamo strada si va per il basso e si sbucherà a Tarvisio (Udine) meglio così vedrò Vienna ed altre regioni mai viste.

mercoledì 13 marzo 2013

13 marzo 1943

ore 4,15 arrivo a Brest – Litowsk – Primo bagno e spidocchiatura. I cruchi son ben organizzati anche in questo campo.

martedì 12 marzo 2013

lunedì 11 marzo 2013

11 marzo 1943

E’ realtà sembra impossibile di salire su di un treno che ci porti verso casa, verso la nostra Italia!

domenica 10 marzo 2013

10 marzo 1943

Solita vita, arriva S.E. Manaresi¹. Anche lui insiste nel dire che domani si debba partire. E’ ora!!!!!!!!!!!!!!



¹ Angelo Manaresi è l'unico "gerarca" che ha il coraggio di andare, allestendo un treno di viveri vestiario e generi di conforto, incontro ai reduci della Campagna di Russia.

sabato 9 marzo 2013

9 marzo 1943

Solita vita di isbe. Iniziano gli sgeli, quali fanghi si devono formare. Fortuna che di notte un po’ rigela, speriamo di partire presto.

venerdì 8 marzo 2013

8 marzo 1943

La partenza si fa alquanto sospirare, l’artiglieria forse è partita stamani. Speriamo che non ci tengano qua ancora un mese!!!!... I poveri conducenti stanno arrivando fin qua pedibus calcantibus.

giovedì 7 marzo 2013

7 marzo 1943

Arrivata un mucchio di posta da casa e da Bice nema ancora fino da dicembre, speriamo che non ci sia nulla di nuovo comincio a preoccuparmi. I borghi sono in grande festa da due giorni. Per uno sposalizio tutti partecipano fraternamente in allegria. Suoni di balalaiche kitarre ecc. e grandi balli russi e moderni. Gli alpini sono ben accetti e partecipano alla loro allegria. Tempo discreto ma ancora gelido, al sud le cose van bene ma al nord trionfano ancora loro. Speriamo di non essere coinvolti una seconda volta.

mercoledì 6 marzo 2013

6 marzo 1943

Questa vita di attesa è quanto mai noiosa, tutti ci ammaliamo e siamo più stanchi di quando facevamo km. 30 giornalieri. Ritirati i R. Marchi (Reichsmark) per il cambio ci sono degli alpini fornitissimi. In totale circa 40mila lire. Raduno comandanti di BTG per la compilazione della medaglia d’oro per la bandiera del 6° alpini. Il Generale osa chiedere dove era il Vestone a Nicholajewka il 26.1.43, cose da fucilazione per della gente alla caccia di nastrini e medaglie. Il treno non è ancora pronto, anzi l’artiglieria attende ancora il treno.

martedì 5 marzo 2013

5 marzo 1943

Il 5° alpini si trasferisce al posto dell’artiglieria, ma nulla da fare. Il Generale prescrive
I° artiglieria
2° Reggimento 6° - Val Chiese e Verona
3° Reggimento 5° Morbegno e Tirano
4° Quartier Generale, Edolo e Vestone.
Così avremo l’onore di rimpatriare col comandante di divisione, sembrava si dovesse partire da un momento all’altro ma i tedeschi fanno i loro comodi e noi attendiamo

lunedì 4 marzo 2013

4 marzo 1943

Voci di partenza affrettatissima, sistemiamo un po’ la nostra tenuta, si attende il corredo che non arriva mai. Le nostre note e richieste vanno tutte a vuoto. L’artiglieria è già caricata ed attende solo la macchina che li porti nella nostra bella Italia. Rancio di patate e poco più. Tirem innanc.

domenica 3 marzo 2013

3 marzo 1943

Ordine di cambio località. Ore 6 parto con la compagnia e mi reco a Labedenka. Così siamo più vicini a Slobin e più comodi per il carico. Ci sistemiamo un po’ stretti, però la popolazione come sempre è buona.

sabato 2 marzo 2013

2 marzo 1943

Tanto per cambiare ieri spesa nema, comunque anche qua sembra che suppliscano i borghesi, così si tira avanti. Unico sollievo è che siamo certi di andare presto in Italia. E’ arrivata anche un po’ di posta, ma da casa nulla, speriamo in bene.

venerdì 1 marzo 2013

1 marzo 1943

Luky – La mia compagnia va oltre in distaccamento a 1 km. Nawa Luky così sarò il re del villaggio.