sabato 18 ottobre 2014

18 ottobre 1944

Giunta posta e pacchi ma per me ancora nulla. Tutto ciò per me è proprio un arcaismo. Certissima ormai anche la capitolazione dell’Ungheria. Una sua armata combatte già a fianco dei Russi. Dalli dalli verrà un giorno in cui sarà stanca di prenderle la signora Germania. E quello sarà la nostra liberazione.

giovedì 16 ottobre 2014

16 ottobre 1944

Grandi discussioni per i viveri in arrivo fra ufficiali anziani di questo campo e noi di Oberlangen. Mi auguro che rientrando in Italia per quanto riguarda naia tutto proceda secondo i pareri di Bezzi di Ponte di Legno e cioè: arrivo contumacia (15 gg) licenza di convalescenza con paga regolare di stipendio di due o tre mesi presentazione ai depositi o distretti regolarizzazione pratiche e paga di prigionia indi immediato congedo esclusi i volontari. Non sarò certamente fra questi. Ottimo il romanzo di A. Fogazzaro, “Piccolo mondo antico”. Ottime notizie militari soprattutto da come procedono le operazioni in Ungheria.

lunedì 13 ottobre 2014

13 ottobre 1944

Giunti 2 pacchi ottimi sotto ogni aspetto a Erme così il morale della società si solleva. Discussione con Gianni riguardo ai suoi fratelli Lino e Piera. Non mi auguro nei loro panni in tali momenti. Il campo di massima è pessimista. Comunque alla fine io spero sempre in meglio e presto con massima fede in questo mese del S. Rosario che la provvidenza ottenga da Signore la grazia della pace giusta e tanto auspicata. Avran così termine anche i terribili bombardamenti di distruzione. Giunta anche posta ma per me nulla. Quando arriverà? Ora la desidero più d’ogni cosa. Ricordi di commercio malandato inerente a pantaloni e giacca a vento. Domani compleanno sorella Caterina ascolterò in sua grazia una S. Messa. Giunti prigionieri polacchi a loro immediatamente son stati distribuiti i pacchi della C. R. internazionale e quindi commercio con noi per sigarette. Il campo diventa così più che internazionale. Italiani, Francesi, Serbi, Russi, Polacchi e Rumeni, nientemeno che le 6 maggiori potenze d’Europa mancan solo gli Inglesi.

venerdì 10 ottobre 2014

10 ottobre 1944

Nulla di notevole all’infuori della distribuzione (dopo tante discussioni) di ben 18 formaggini e 8 gallette e ½ a testa, è promessa anche 1 scatola di latte condensato e ¾. Vedremo. Dopo 13 mesi è la prima volta che qualcuno del mondo si ricorda di noi. Tiriamo avanti con riso quasi melanconico è una fortuna che abbiamo abbondanti patate alla mano così combiniamo discrete minestre almeno per densità. Non regna tanta armonia nella nostra combriccola interna. Tutti lodano solo il proprio avere. Continua tempo cattivo. Tognù un altro pacco, ottimo. Giunta posta, ma per me ancora nulla. Inviata una lettera a Bice e partita con le cartoline scritte antecedentemente.

mercoledì 8 ottobre 2014

8 ottobre 1944

Tanto per cambiare ieri trasferimento dalla Camerata 5A (eravamo 224) siam passati alla baracca 57, cameretta n° 6 (siam 22). Da bravi alpini fedeli alle nostre tradizioni ci sistemiamo il meglio possibile. Sempre sott’inteso coi mezzi che può avere un Krisgefangene sotto i cruchi. Finalmente oggi parte la posta; eran ben 2 mesi che non scrivevo più. Inviata 1 cartolina a casa ed una a Giuseppe. Costruiti un ottimo paio di zoccoli. La stanza è allegra come pure la combricola che vi abita. Meno mio cugino che è egoista e l’ignorante che si da parecchie arie e ha da dire con tutti. Nei miei riguardi poi raggiunge il massimo; comunque speriamo finisca presto così sarà molto meglio per ambedue andar d’accordo.
Inviata una lettera a Bice. Speriamo di potermi presto riunire ai miei cari ora da troppo tempo son diviso e anche il morale incomincia ad ammalarsi della psicosi del reticolato. Discussione con Bezzi per l’ambiente dei nostri paesi. Faccenda Gregorini. Son contento di esser stato sincero e di avergli detta la verità tutta la verità. Creda o non creda. E quando arriverò mi comporterò come ho detto. Tempo piovoso ed umido.

lunedì 6 ottobre 2014

6 ottobre 1944

Ieri Tognù ha avuto un pacco avariato oggi Gianni e Fanetti uno a testa ed ambedue in ottimo stato. Così la società dei camuni ha un rinnovo di calorie ed il tempo si fa un po’ più chiaro. Arrivata un mucchio di posta, per me nulla. Notizie sulla falsa propaganda della nostra libertà col 1° settembre per il lavoro, speriamo che i miei non dian retta a nessuno e non mi mandino alcun indumento. Ultimato il commento ad "Alba d’Amore" del professor Lazzati di Milano. Quanti ottimi consigli che Iddio mi aiuti affinché possa il maggior possibile avvicinarmi a quella santa e pura verità così chiaramente e lungamente illustrata. Bollettini discreti ma va sempre troppo per le lunghe. Voci di nostro trattenimento alle armi ancora per due anni. Addio miei castelli e programmi nell’ambito della mia famiglia. Comunque siano e saranno le cose che Iddio e la mia cara mamma mi tengono sempre la loro valida mano sul capo in modo che agisca sempre secondo la volontà divina e per maggior gloria di Gesù Cristo. Domani inizierò la pratica del 9 primi venerdì di ogni mese, che possa condurla a termine e possa anzitutto farla in modo da poter usufruire di tutti i tesori di grazie che da essa vengono.

sabato 4 ottobre 2014

4 ottobre 1944

Siam di nuovo tornati all’ora solare. Auguriamoci che non ci sia più la necessità di cambiar orario. Finalmente hanno aperto i reticolati ed ieri ho potuto riabbracciare il buon Salan Sottotenente Diego e Bezzi di Ponte. Giornata da calzolaio: riparate ben 5 paia di scarpe con fior di cuciture e chiodature di suole e tacchi. Così ho passato il tempo lavorando.